Sito ufficiale del comune di Uras

Via E. d´Arborea, 86  - 09099  Uras (OR) - Tel.+39.0783 87891 - Fax. +39.0783 89423

E-mail protocollo@comune.uras.or.it  PEC protocollo@pec.comune.uras.or.it

CF80000590952 - P.Iva 00090940958 - Fatt. Elettronica: UFYG6T

Menů di navigazione destro

Sezione informativa

Progetto giovani e impresa

Progetto Giovani eImpresa

Assistenza alla nascita di imprese giovanili
VAI AL SITO

Informa giovani e segretariato sociale

Associazioni

Rassegna stampa

In Evidenza

In Evidenza

SI AVVISANO I CITTADINI CHE SONO STATI APERTI I TERMINI PER LA PRESENTAZIONE DI RICHIESTE PER I NUOVI PIANI PERSONALIZZATI IN FAVORE DI PORTATORI DI HANDICAP GRAVE.
SCADENZA DI PRESENTAZIONE ISTANZE AL COMUNE: IMPROROGABILMENTE ENTRO  8 FEBBRAIO 2019
 

Rilascio Carta d’Identità

Con decorrenza 19 Marzo 2018 il Comune di Uras darà avvio al rilascio della nuova Carta d’Identità Elettronica (C.I.E.), che sostituirà definitivamente il formato cartaceo.
Il Comune non potrà più emettere il predetto documento in formato cartaceo, salvo casi eccezionali debitamente documentati.
Le carte d’identità in formato cartaceo rilasciate fino all’emissione della nuova CIE mantengono la propria validità fino alla scadenza.

La carta di identità elettronica (C.I.E.) è una tessera in policarbonato delle dimensioni di una smart card, nella quale sono archiviati e stampati i dati personali del cittadino, compresa l'impronta di un dito di ciascuna mano. Le informazioni sono anche memorizzate su un microchip integrato all'interno della carta di identità elettronica, per permettere il controllo dell'identità del cittadino e per garantire l'inalterabilità dei dati riportati sul documento, rendendone pertanto più difficile la falsificazione.

La nuova carta di identità elettronica è uno strumento sicuro e completo che vale come documento di identità e di espatrio in tutti i Paesi dell'Unione Europea. La CIE potrà essere utilizzata anche per accedere ai servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni (pagamenti elettronici di multe, bollette, bolli auto, ticket sanitari).

La Carta di identità elettronica può essere richiesta presso il proprio Comune di residenza o presso il Comune di dimora, ma viene rilasciata dall’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato.
Tenuto conto che non sarà più possibile rilasciare il documento contestualmente alla richiesta, si raccomanda ai cittadini di rivolgersi all’Ufficio Anagrafe in anticipo rispetto alla data di scadenza della attuale carta d’identità (non prima di 180 giorni dalla naturale scadenza).
Il cittadino riceverà la CIE all’indirizzo indicato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta.

La durata della carta d’identità elettronica varia a seconda delle fasce d’età di appartenenza del titolare. Nel dettaglio:

  • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
  • 5 anni per i minori di età compresa tra i 3 e i 18 anni;
  • 10 anni per i maggiorenni.

Importi di pagamento

Prima di avviare la pratica di rilascio/rinnovo della Carta di identità elettronica, il cittadino dovrà provvedere al versamento dell’importo sotto indicato:

  • primo rilascio/rinnovo: € 22,21
  • rilascio a seguito di smarrimento, deterioramento, furto: € 27,37

Modalità di pagamento

Il cittadino potrà provvedere al pagamento secondo le seguenti modalità:

  • in contanti presso l’Ufficio Anagrafe del Comune di Uras;
  • bonifico bancario Codice IBAN: IT 86 J 02008 17401 000103101969 con causale “Diritti per emissione CIE al Sig. Cognome e Nome” ;
  • c.c.p. n. 16550097 intestato al Comune di Uras – servizio di Tesoreria con causale “Diritti per emissione CIE al Sig. Cognome e Nome”

Come richiedere la Carta d’Identità Elettronica:

Maggiorenni

Il cittadino si presenterà presso gli uffici comunali munito di:

  • N. 1 foto tessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB
  • Codice fiscale o tessera sanitaria
  • vecchio documento d’identità o denuncia di smarrimento dello stesso (solo in caso di rinnovo)
  • eventuale ricevuta dell’avvenuto pagamento dei diritti di emissione CIE

Minorenni

Se il richiedente è un minorenne deve presentarsi accompagnato da almeno un genitore o dal tutore munito di documento di riconoscimento valido.
Qualora si richieda la CIE valida per l'espatrio è necessario l'assenso di entrambi i genitori che devono recarsi allo sportello, insieme al minore.
Nel caso non sia possibile per uno dei genitori presentarsi allo sportello, è possibile dare il proprio assenso compilando il relativo modulo e allegando fotocopia del proprio documento d'identità in corso di validità. Nel caso di rifiuto all'assenso da parte di un genitore, è necessaria l'autorizzazione del Giudice Tutelare.
Sulla carta di identità dei minori di 14 anni valida per l'espatrio, è possibile riportare il nome dei genitori.
Se il minore di anni 14 si reca all'estero non accompagnato da almeno un genitore è necessario richiedere in Questura la dichiarazione di accompagnamento (modulo disponibile sul sito della Polizia di Stato).

Il cittadino è tenuto a:

  • verificare con l’operatore comunale i dati anagrafici rilevati dall’anagrafe comunale;
  • Indicare la modalità di ritiro del documento (consegna presso un indirizzo indicato o ritiro in Comune);
  • procedere con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali;
  • fornire, se lo desidera, il consenso ovvero il diniego alla donazione degli organi;
  • firmare il modulo di riepilogo procedendo altresì alla verifica finale dei dati.

Smarrimento o furto della CIE

In caso di smarrimento o furto della CIE, il cittadino è tenuto a sporgere regolare denuncia presso le forze dell’ordine; successivamente, contattando il servizio di supporto del Ministero dell’Interno, potrà richiedere l’interdizione del suo documento al numero 800 263 388.
Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8:00 alle ore 18:00 e il sabato dalle ore 8:00 alle 14:00 ed è valido solo per la nuova CIE.
Per richiedere il blocco della propria CIE, occorrerà fornire i seguenti dati:

  • Nome
  • Cognome
  • Codice fiscale
  • Numero della CIE se disponibile
  • Estremi della denuncia presentata alle forze dell’ordine

I cittadini italiani residenti all’estero potranno richiedere la CIE all’autorità consolare competente nei casi di primo rilascio/ rinnovo, deterioramento, smarrimento o furto del documento.

 

UNA SCELTA IN COMUNE "DICHIARAZIONE VOLONTA' DONAZIONE ORGANI"